1

cremat

VERBANIA – 06.10.2019 – La comunicazione ufficiale

porta la data del 2 settembre. Da quel giorno, più d'un mese fa, il forno crematorio di Pallanza è chiuso. Tre righe scarne informano dell'esistenza di “motivi tecnici” per cui è disposto lo stop dell'impianto “fino a data da stabilire”. Ciò obbliga le imprese di pompe funebri a reperire soluzioni alternative per i propri clienti, perlopiù ricorrendo al tempio crematorio di Domodossola, che è gestito da privati (quello verbanese, invece, è in capo al Comune, che ne è proprietario) e che, naturalmente, non prevede le tariffe agevolate per i residenti del capoluogo come a Verbania. Cremare la salma di un verbanese a Pallanza costa 380 euro; i non residenti ne pagano 520. A Domo la tariffa è di 540 euro, cui va aggiunto il costo extra del trasporto dal Verbano all'Ossola, stimabile in circa 100 euro. Ciò significa arrivare a 640, un sovrapprezzo di 260 euro, pari al 68%.

Non è la prima volta che il crematorio pallanzese, collocato all'interno del cimitero, ha problemi. Nel 2017 Arpa riscontrò irregolarità nello smaltimento dei rifiuti e contestò l'inquinamento in atmosfera, elevando sanzioni superiori ai 10.000 euro. L'impianto rimase chiuso per manutenzione e, dopo un oneroso investimento (80.000 euro), riaprì a fine novembre.

Nel 2015 il Consiglio comunale di Verbania votò per l'esternalizzazione del tempio crematorio e dei servizi cimiteriali di Pallanza. La scelta allora fu di affidarsi a una gestione privata (peraltro una domanda di project financing in tal senso era stata presentata). Un comitato di cittadini raccolse le firme per un referendum abrogativo che, andato in scena nella primavera del 2016, si concluse con il mancato raggiungimento del quorum anche se prevalsero i “no” all'esternalizzazione (81%). Superato l'ostacolo referendario, l'Amministrazione ha poi deciso di non proseguire sulla via del privato, confermando la gestione interna fino a oggi.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.