1

lo duca di gregorio
VERBANIA – 21.05.2015 – Si scalda la polemica e sale il termometro della politica verbanese. In risposta all’attacco con cui Marco Parachini ha chiesto le dimissioni da presidente della Commissione d’indagine riservata su via Case Nuove di Diego Brignoli, il centrosinistra passa al contrattacco. La risposta è affidata Vladimiro Di Gregorio e Davide Lo Duca, due dei tre capigruppo di maggioranza, rispettivamente appartenenti a Sinistra Unita e Partito democratico. I quali in un comunicato stampa si chiedono sarcasticamente che cosa nasconda la “scomposta” reazione dell’ex assessore all’Urbanistica. “Perché tentare di bloccare i lavori della Commissione d'Inchiesta? Perché l'accanimento senza motivi logici nei confronti del Presidente del Consiglio Diego Brignoli che con grande equilibrio sta coordinando la Commissione? Non riusciamo davvero a capire”, si chiedono facendo chiaramente intendere che l’attacco sia una manovra preventiva per sviare eventuali, proprie responsabilità.

Pur dichiarando di non voler dare “giudizi su nessuno” e di non voler “tirare alcuna conclusione”, ricordano che “Il Comune aveva 18 mesi di tempo dal 22 aprile 2010 e fino al 22 ottobre 2011 per preparare il progetto, concludere la gara d'appalto e partire con i lavori. Così non è stato, i lavori sono partiti il 31 luglio 2012 e la Regione non ha più erogato il Contributo di 1.917.000,00 euro”. E sottolineano la necessità che “ la Commissione svolga con serenità e serietà il compito che il Consiglio Comunale le ha chiesto di fare: chiarire i motivi dei ritardi che hanno portato a questo irrigidimento enorme di bilancio che oggi blocca 1.917.000 euro anticipati dalle casse comunali”. “A chi critica il lavoro della Commissione chiediamo: ma che problema c’è a cercare di capire cosa sia successo di quei soldi di noi tutti, cittadini di Verbania?”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.