1

App Store Play Store Huawei Store

botanica 003 copia

VERBANIA - 30-04-2022 -- Presentato ai media ieri, CROSS Festival, la rassegna internazionale di arti performative che ormai da 10 anni accompagna le estati di Verbania e dintorni, torna con un'edizione all'insegna della sostenibilità e del cambiamento: "Be The Change", sii il cambiamento il claim targato 2022. Organizzato, come sempre da LIS Lab Performing Arts con la direzione artistica di Antonella Cirigliano, il Festival del decennale, in programma dall’8 giugno al 2 luglio, propone un intenso calendario di spettacoli e di iniziative collaterali divisi in due territori e due fasi temporali: la prima parte del Festival avrà luogo a Verbania dall’8 al 12 giugno; la seconda parte invece si terrà sul Lago D’Orta, tra Ameno e Orta San Giulio, dal 17 giugno al 2 luglio 2022. Realizzato, tengono a precisare gli organizzatori, "secondo criteri ormai imprescindibili di sostenibilità ambientale ed economica, in linea con il riconoscimento ISO 20121 rinnovato anche il 2022".

A Verbania il programma si spalma su più spazi cittadini (Villa Giulia, Casa Ceretti, Teatro Il Maggiore, Museo del Paesaggio) tra spettacoli di danza, che vedranno la partecipazione di artisti locali, nazionali e internazionali (Taiwan); un workshop e una mostra fotografica dedicata al corpo e alle arti performative per celebrare il decennale. Uno tra gli eventi che maggiormente sottolinea il fil rouge della sostenibilità ambientale di questa edizione 2022 è Botanica, uno spettacolo in programma il 10 giugno, realizzato dal collettivo Deproducers e guidato dal filosofo della biologia Telmo Pievani.

Sul Lago d’Orta, tra Ameno e Orta San Giulio, il Festival propone performance multidisciplinari e attività collaterali pensate per riscoprire i luoghi naturalistici e reinterpretarli con uno sguardo artistico. Gli eventi di danza, teatro e musica che si realizzeranno sul territorio del Lago d’Orta sono frutto della nascita di nuove sinergie con enti e istituzioni locali (Comune di Ameno, Comune di Orta San Giulio, Associazione DragoLago) il cui obiettivo comune si ritrova nella valorizzazione dei luoghi architettonici e naturalistici.

Spiega la direttrice artistica Antonella Cirigliano: "A partire da un accompagnamento alla riflessione, individuale e collettiva sulla fragilità dell’esistenza umana, sul cambiamento climatico e sull’urgenza di elaborare nuovi modelli culturali, il Festival prende la forma di un progetto che intende tracciare un campo di indagine nel quale gli artisti coinvolti esplorino forme di relazione attiva con il paesaggio, le collettività che lo abitano, la natura, il territorio, acquisendo un bagaglio di esperienze che nutra i personali percorsi artistici e origini immaginari nuovi e sorprendenti".
A dare base agli intenti del festival, alcuni di quegli obiettivi dell'Agenda 2030 per la salvezza del Pianeta, firmata da 193 Paesi nel 2015. Ecco allora che Sostenibilità / Tutela dei Diritti Umani / Attenzione al Climate Change / Valorizzazione delle Differenze / Valorizzazione della Salute / Valorizzazione del Paesaggio e del Territorio diventano le fondamenta sulle quali si costruisce il messaggio del Festival.

CROSS Festival a Verbania
CROSS Festival prende il via mercoledì 8 giugno alle 17 negli spazi di Villa Giulia a Verbania con l’inaugurazione della mostra fotografica del reporter e ritrattista Paolo Sacchi Fotografia, con la curatela di Al Minuto (Giulia Grassi e Sara Mignone), giovani e intraprendenti imprenditrici dell'arte contemporanea. Il programma artistico si inaugura con lo spettacolo di danza di Giuseppe Muscarello Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori… a Villa Giulia alle 21 (Ingresso a pagamento: euro 10).
Giovedì 9 giugno alle 21 (in replica venerdì 10 giugno alle 19), all’Atelier di Casa Ceretti, performance di danza con Irene Russolillo e Dov’è più profondo (ingresso a pagamento: euro 10), in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo.
Venerdì 10 giugno alle 21, al teatro Il Maggiore, grande evento musicale dedicato alla madre Terra con Botanica, con il collettivo Deproducers, formato da Vittorio Cosma, Gianni Maroccolo, Max Casacci e Riccardo Sinigallia (foto) e un frontman d’eccezione sul palco: Telmo Pievani, filosofo della biologia ed esperto di teoria dell’evoluzione. L’ evento è realizzato con il supporto di Ricola, Comune di Verbania e Giardini di Villa Taranto. (Ingresso a pagamento: euro 20).

Sabato 11 giugno, a Villa Giulia, alle 14.30, appuntamento con il workshop Peso Piuma #Lab di Silvia Gribaudi presentato in anteprima venerdì 10 giugno ad Ameno, presso il Museo Tornielli. Sempre sabato 11 giugno, al Museo del Paesaggio, dalle 17 alle 19, CROSS Festival propone Sull’irrequietezza del divenire, un’indagine artistica sui corpi, a partire dal corpo; un progetto artistico multilinguaggio attraverso il quale Elisa Sbaragli, Edoardo Sansonne e Fabio Brusadin conducono una riflessione attraverso il suono, la corporeità e le immagini sul tema dell’incontro con il regno vegetale. In serata alle 21, nel foyer del teatro Il Maggiore, la compagnia B.Dance, fondata dal coreografo taiwanese Po-Cheng Tsai, mette in scena lo spettacolo Divergence. A seguire, in Sala Teatro alle 21.30, il regista e coreografo Francesco Marilungo mette in scena Party girl, evento realizzato in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo. Biglietto unico per entrambi gli spettacoli: euro 10.
La prima parte del Festival dedicata a Verbania si conclude domenica 12 giugno; a partire dalle 15, Silvia Princess Art alle 15, all’Atelier Casa Ceretti (ingresso gratuito su prenotazione); tatuatrice da trent’anni, accompagna il pubblico nella scoperta del simbolo e del tatuaggio consapevole.
Nel pomeriggio, replica di Sull’irrequietezza del divenire, sempre al Museo del Paesaggio, con ingresso continuato dalle 17 alle 19; alle 21, al teatro Il Maggiore altro grande evento di danza con la serata Swans Never Die, in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo. Il programma vede in scena le quattro compagnie piemontesi Balletto Teatro di Torino, codedUomo/Daniele Ninarello, EgriBiancoDanza, Zerogrammi. Ingresso a pagamento: euro 15.

CROSS Festival a Orta San Giulio e Ameno
A partire da venerdì 17 aprile, il festival cambia lago e si trasferisce a Orta San Giulio e Ameno. Si riparte da Ameno con Letture Amene Festival e alle 19, con replica sabato 18 giugno, in Piazza Marconi va in scena la Prima Nazionale di "Amleto. Una questione personale", con la regia di Anna Fascendini, Giulietta de Bernardi, Michele Losi, produzione Scarlattine Teatro/Campsirago Residenza.
Ingresso a pagamento: euro 10, in replica sabato 18 giugno alle 19. Sabato 18 giugno, dalle 10 alle 18, Yoga Selvaggio a Casa Mirabello (replica domenica 19 dalle 7 alle 18). Domenica 19 giugno, dopo un nuovo appuntamento con Letture Amene Festival e la replica di Yoga Selvaggio, il Festival si trasferisce a Orta San Giulio alla Cappella Nuova - Sacro Monte per l’anteprima di EartHeart - Il cuore della terra / Focus Orta, uno spettacolo di danza della compagnia EgriBiancoDanza. Biglietto di ingresso: 5 euro.
Giovedì 23 giugno, il Festival ritorna ad Ameno sul torrente Agogna, al Lido Vog alle 17 con Voli Radicali della compagnia Resta Qui Airlines. Ingresso a pagamento: euro 5. In replica venerdì 24 giugno, sempre alle 17.
Alle 20, al Ristorante MonteOro (via Molini) teatro con una produzione di Qui e Ora Residenza Teatrale: Saga Salsa (ticket euro 35€ cena + spettacolo). Replica venerdì 24 giugno, sempre alle 20. Domenica 26, lunedi 27 e martedì 28 giugno, alle 18 e alle 19, ad Ameno, Casa Mirabello, appuntamento con la danza e il debutto nazionale di Il Bosco che non c’è, in coproduzione con Perypezye Urbane e in collaborazione con NABA - Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, Fondazione Piemonte dal Vivo, Ente di Gestione dei Sacri Monti / Sacro Monte di Orta San Giulio.
Biglietto di ingresso: euro 10.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.