1

App Store Play Store Huawei Store

verbano cusio ossola corretta

VERBANIA - 24-11-2021 -- Con sensibilità, partecipazione e anima ha raccontato con le sue fotografie le tinte cupe della violenza di genere ma anche il coraggio di dire basta. Massimo Antonelli fa il poliziotto nel Vco e i suoi scatti saranno in mostra da domani e lungo tutto il weekend a Villa Giulia, in occasione della Giornata per l'eliminazione della violenza sulle donne. "Immagini che lasciano il segno" è il titolo scelto per la rassegna, niente di più esatto per raccontare una piaga della quale la società non riesce a liberarsi.
Un dato su tutti: dal primo gennaio al 7 novembre, nel nostro Paese, sono state uccise 103 donne, una ogni tre giorni, di cui 87 in ambito familiare-affettivo. 60 di loro hanno trovato la morte per mano del partner o dell’ex. "Se aggiungiamo violenze fisiche e psicologiche, ricatti e minacce di ogni genere, otteniamo un quadro difficile, nel quale la Polizia di Stato si è inserita diventando, con i propri uffici e servizi, il terminale di tutta quella necessaria e doverosa attività di prevenzione e di contrasto di questi reati", si legge nella nota diffusa per la campagna nazionale “Questo non è Amore”, nella quale rientra anche la mostra verbanese.
La mostra, spiegano dalla Questura, offre un angolo prospettico che guarda alla donna non solo come vittima di reato ma come parte attiva di un percorso di crescita che conduce alla consapevolezza di sé, a non accettare alcun tipo di violenza e a trovare la forza di dire “no”. E allora ecco l'amore vero, quello maiuscolo l’Amore fatto di attenzioni e di cura. "La scelta di proporre solo fotografie scattate nel nostro territorio oltre ad offrire ai visitatori scorci unici, ricorda che la violenza di genere non è mai troppo distante da noi".
In occasione della mostra, sarà distribuito materiale informativo e il pubblico avrà occasione di incontrare a Villa Giulia poliziotte e poliziotti che si occupano della prevenzione e repressione dei reati legati alla violenza di genere.
La mostra resterà aperta per tutto il fine settimana, in particolare venerdì e sabato dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18 e domenica dalle ore 9 alle ore 12.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.