1

App Store Play Store Huawei Store

Potatura 1

VERBANIA - 09-06-2021 - Non accenna a placarsi la polemica sulla pesante potatura effettuata nei giorni scorsi al grande canforo del porto di Pallanza. Da parte del Comitato costituitosi negli anni scorsi per salvare il monumentale quanto fragile albero dall'ascia, si valuta anche la possibilità di un esposto per danni ad un bene pubblico. La questione è tecnica, nei giorni scorsi l'esperto contattato dal Comitato - lo stesso che nel 2016 curò la pianta - ha definito "scorrettissimo" l'intervento. Ma l'amministrazione comunale non ci sta "gli interventi sono stati eseguiti da una ditta specializzata a seguito di una perizia con indicazioni redatte dallo studio agrotecnico di Enrico Rodi", si pegge nel comunicato, che prosegue: "Un intervento fatto dopo le valutazioni accurate di stabilità con metodo V.T.A. eseguite nell’anno 2020, con approfondimenti strumentali che hanno portato la pianta ad essere inserita nella classe di propensione al cedimento C/D, con la presenza di una degradazione interna del legno a livello del colletto e del fusto con conseguente rischio di cedimento strutturale.

Per evitare l’abbattimento e ridurre il rischio di cedimento si è quindi lavorato per un’opera di consolidamento, che ha visto oltre alla riduzione del volume della chioma la posa di ulteriori sistemi di ancoraggio statici, vista anche la presenza di branche fortemente degradate (come da foto) che potevano in qualsiasi momento spezzarsi con grave rischio per la pubblica incolumità. Viste le caratteristiche della specie che ben risponde agli interventi di potatura, questo era l'unico sistema utile a garantirne la sopravvivenza mantenendo un livello di sicurezza per l'area ottimale".

Potatura 2

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.