1

App Store Play Store Huawei Store

vaccino verbania 74

VERBANIA - 03-01-2021 -- Il primo vaccinato è stato il dottor Vincenzo Mondino, primario del reparto di Malattie infettive. Alle 9 è sceso in uno degli ambulatori approntati al “Castelli” per il V-day, ha offerto il braccio e s’è visto inoculare il vaccino Pfizer-Biontech. Dopo di lui, a un ritmo cadenzato anche se non è stata rispettata la tabella di marcia -non tanto per la velocità del personale sanitario, quanto per la burocrazia e i moduli da compilare- infermieri, medici, impiegati e dipendenti della sanità pubblica. C’era, insieme ad altri medici di famiglia, Antonio Lillo (nella foto), dottore a Cannobio e, dal 1° gennaio, neopresidente provinciale dell’Ordine. Sono gli operatori i soggetti di prima fascia ai quali va data copertura contro il Covid-19. Gli è stata somministrata una prima dose del vaccino che sarà seguita da un richiamo entro un mese.

Da domani la stessa sorte toccherà agli ospiti e al personale delle 27 case di riposo (Ra e Rsa) della provincia, mentre nel prossimo fine settimana ci sarà un’altra infornata di iniezioni nella sanità. Finora il 70% degli operatori ha dato il via libera al vaccino che, ricordiamo, non è un obbligo.

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.