1

App Store Play Store Huawei Store

sballo2.0 1
MONZA – 19.03.2015 – Spacciatori social. Compravano e vendevano droga

tramite Facebook e WhatsApp, utilizzando gli emoticon – le faccine – come codice per indicare sostanza e quantità. La polizia di Monza ha presentato oggi in una conferenza stampa i risultati dell’inchiesta “Sballo 2.0” che in sei mesi ha permesso di smantellare una rete di spaccio estesa a una buona parte della Lombardia e con una ramificazione nel Vco.

Tra i 61 soggetti raggiunti da vari provvedimenti giudiziari – 4 arresti in flagranza, 8 ordini di custodia cautelare in carcere e 5 obblighi di dimora – ci sono infatti anche tre giovani del Vco. R.C. (20 anni) e P.M. (31) di Verbania e B.F. (26) di Gravellona Toce, tutti e tre disoccupati.

Secondo gli inquirenti s’era costituita una centrale di spaccio che, a scuola e in discoteca, distribuiva marijuana, droghe varie ma soprattutto ketamina, un forte anestetico utilizzato in medicina e in veterinaria e classificato al sesto posto tra le droghe più pericolose per la salute.

Proprio la ketamina è la sostanza che aveva assunto, a inizio 2014, una minorenne brianzola ritrovata in stato confusionale a una fermata dell’autobus di Monza dopo una notte di sballo in discoteca. Da lì è partita l’indagine che nella fase finale ha coinvolto le questure di sei province (Vco, Monza, Milano, Brescia, Bergamo, Lecco) e ha visto dispiegati oltre duecento uomini, che hanno sequestrato 3 litri di chetamina, 200 grammi di marijuana, 55 francobolli allucinogeni all’Lsd, 2 serre per la coltivazione delle piante di cannabis, oltre 10mila euro in contanti.

I contatti tra venditori e acquirenti viaggiavano sui social network, su Facebook o WhatsApp, dove – per esempio – un quadrifoglio significava marijuana.

Dei 61 ragazzi coinvolti, tutti incensurati, numerosi sono minorenni, studenti, figli di famiglie anche benestanti. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.