1

v taranto

VERBANIA – 11.03.2018 – Marzo risveglia il turismo

e lancia la nuova stagione. Anche se il meteo di questi giorni – la pioggia dopo i gelidi venti siberiani – faccia pensare a tutt’altro, è in scadenza il conto alla rovescia per l’apertura delle principali attrattive turistica. Martedì, festa patronale ad Arona (che ricorda la data d’arrivo in città delle spoglie dei patroni, i martiri Fedele e Carpoforo) è il giorno della riapertura del Parco della Rocca di Arona. Sino ad aprile sarà visitabile dalle 10 alle 19 (alle 21 il sabato). Dal 1° maggio al 15 ottobre sino alle 20 e alle 22 il venerdì e sabato.

Giovedì 15 marzo tocca a Villa Taranto riaprire i battenti, inaugurando di fatto la stagione turistica verbanese. I giardini botanici saranno visitabili sino al 4 novembre. L’orario di visita più ampio è quello dei mesi clou, da aprile e settembre: 8,30-18,30. In marzo l’apertura sarà 9-17,30, nella prima metà di ottobre 9-17; nelle ultime settimane 9-16,30.

La stagione del Verbano entrerà nel vivo a partire da venerdì 23 marzo. È questa la data per la riapertura delle Isole Borromee, l’attrazione più importante di tutto il comprensorio turistico dei laghi, che si può visitare fino al 21 ottobre. Lo stesso giorni torna a rivelarsi al pubblico il Parco di Villa Pallavicino a Stresa (fino al 30 settembre); il 1° aprile tocca al Giardino Alpinia sul Mottarone.

La navigazione pubblica sul Verbano, in attesa del nuovo consorzio che si occuperà anche della parte di bacino di competenza svizzera, fa coincidere l’orario estivo con il 25 marzo (sino al 14 ottobre).

Bellezze paesaggistiche e naturalistiche, stazioni termali, spiagge, eventi culturali ma anche sportivi, spettacoli e festival. È ricco il programma turistico del Distretto che abbraccia i Laghi (Maggiore, di Mergozzo, d’Orta) e le Valli ossolane e che conta su circa 800 strutture ricettive che accolgono annualmente tre milioni e mezzo di presenze, per oltre tre quarti provenienti dall’estero. Un bacino che è tra i più importanti d’Italia: terzo per tasso di ricettività (il rapporto tra posti letto e numero di abitanti) e per tasso di turisticità (presenze turistiche/numero di abitanti).

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.