1

rapetti renata

VERBANIA – 27.02.2018 – Il teatro “Maggiore”

di Verbania non ha più un direttore artistico. In questi giorni Renata Rapetti ha ufficializzato le sue dimissioni dalla Fondazione “Coccia” di Novara, della quale è stata nell’ultimo lustro la direttrice ma anche, nell’ultimo biennio, la responsabile delle prime stagioni del teatro verbanese, in virtù della convenzione sottoscritta a suo tempo tra il Comune di Verbania e la Fondazione novarese. Una convenzione che prevede per Verbania la possibilità di fruire della direzione artistica di Rapetti, dell’ufficio stampa del “Coccia” e del supporto degli uffici. Ecco perché le dimissioni da Novara si riflettono sull’attività verbanese, anche se in realtà quell’accordo è comunque ormai esaurito. Domani, 28 febbraio, scade l’intesa annuale siglata nel marzo del 2017. Sono due le convenzioni stipulate con il “Coccia”. La prima nel 2016, era da 21.000 euro più Iva (oltre a 17.000 euro di forniture di servizio); la seconda, nel 2017, valeva 38.000 euro pieni. Entrambe sono state impostate come forniture di servizi al di sotto della soglia dei 40.000 euro per l’affidamento diretto. Sommate, però, arrivano a 76.000, cui vanno aggiunti i 4.900 euro più Iva spesi la scorsa estate dal Comune per noleggiare il palco dell’arena per la stagione estiva gestita da privati, un buco dell’acqua interrotto a metà.

Se l’accordo col “Coccia” è scaduto, il compito di stabilire le linee guida del futuro prossimo dell’ex Cem spetta alla costituenda Fondazione, l’ente gestionale che nasce con Comune e Regione come soci fondatori e finanziatori e che, sempre nel rispetto delle regole di trasparenza degli enti pubblici (perché a essi è assimilato avendo come maggioranza dei soci enti pubblici), dovrà scegliere la nuova direzione artistica.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.