1

stadio pedroli 2015
VERBANIA – 08.06.2015 – Un’altra proroga.

Sciogliendo la riserva espressa il 13 maggio, il giudice Massimo Terzi ha rinviato l’udienza prefallimentare del Verbania calcio. La decisione è stata notificata alle parti (tre creditori che reclamano circa 100.000 euro tutti insieme), contestualmente alla convocazione per il 13 luglio, stamane, poco prima di un’altra udienza per un’altra vertenza economica del club. Chiamato a esprimersi sulla richiesta di pignoramento presso terzi (in questo caso il Comune) lo stesso giudice ha accordato il pignoramento, che vale circa 4.000 euro sui 19.000 che il Comune ha dichiarato di dover ancora versare al club biancocerchiato.

In sostanza l’Amministrazione municipale dovrà sldare al creditore 4.000 euro che verranno defalcati dalla quota di spettanza del Verbania. Quota che deriva dalla convenzione per la gestione degli impianti sportivi di Renco, Possaccio e dello stadio Pedroli, che vale circa 70.000 euro tra compartecipazione alle spese e contributo per il settore giovanile e che è in scadenza al 31 luglio. Il Verbania ha chiesto nei giorni scorsi il rinnovo o una proroga dell'accordo sottoscritto nel 2009 ma l’Amministrazione non ha ancora risposto.

Le sorti della società di via Farinelli si conosceranno dunque il 13 luglio (salvo ulteriori proroghe), giorno in cui dovrà essere presentata – così ha chiesto il giudice – un’accurata relazione della situazione finanziaria al 30 giugno 2015. Per quella data si sarà però già nella prossima stagione sportiva, nel pieno dei termini per l’iscrizione al campionato di Promozione. E si sarà anche alla vigilia della scadenza della convenzione. Senza entrare nel merito della situazione economica, il rinvio non fa che aumentare l’incertezza su ciò che sarà del Verbania nel prossimo campionato e nel futuro immediato. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.