1

pol cantonale

BRISSAGO – 07.10.2017 – Il proiettile l’ha ferito gravemente

e in poco tempo è morto. È finito nel sangue, con la morte di un richiedente asilo, l’intervento delle forze di polizia ticinesi stamane a Brissago. In piazza Municipio, in una palazzina in cui risiedono svizzeri ma anche asilanti, attorno alle 2 tra questi ultimi sono nati forti dissidi e una lite che hanno indotto la polizia cantonale e quella municipale di Ascona a intervenire ciascuna con una pattuglia. Gli agenti della cantonale dall’esterno hanno preso contatto con gli occupanti chiedendo di poter entrare per risolvere il dissidio o, quantomeno, per placare gli animi. Due asilanti hanno acconsentito e, insieme sono usciti a prendere gli agenti che, una volta dentro la palazzina, si sono visti un terzo uomo – di cui sono note le generalità, l’età e la nazionalità – uscire repentinamente da una porta brandendo due coltelli. Uno degli agenti ha estratto la pistola d’ordinanza e ha sparato. L’uomo è caduta a terra è stato soccorso dagli agenti ma anche, poco dopo, dai paramedici del Salva, che però non gli hanno potuto salvare la vita. Nessun’altra persona è rimasta ferita.

Il Procuratore pubblico Moreno Capella coordina l’inchiesta che dovrà chiarire la dinamica dell’incidente. La polizia cantonale garantisce massima disponibilità nelle indagini.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.