1

produfgi arizzano due
ARIZZANO – 18.11.2016 – Quattro profughi

si trovano in stato di fermo e rischiano arresto o denuncia, sette appartenenti alle forze dell’ordine sono stati visitati e dimessi per lievi ferite. È questo il bilancio della sommossa scoppiata questa mattina a Antoliva, nell’ex istituto religioso adibito a centro di accoglienza che da due anni e mezzo ospita una sessantina di richiedenti asilo. L’episodio scatenante ha coinvolto inizialmente un solo profugo, che dopo le 11 s’è recato – come tutti gli altri, a turno – per ritirare la piccola somma in denaro (2,5 euro al giorno) stabilita come dotazione per i richiedenti asilo. La distribuzione è diventata la richiesta di più denaro, reiterata con forza al punto da richiedere l’intervento delle forze dell’ordine per una tentata rapina.

Sul posto, con il personale chiuso in ufficio, sono intervenuti carabinieri, poliziotti e finanzieri che, una volta all’interno del centro, hanno incontrato la resistenza dell’autore della tentata rapina ma anche di altri ospiti, che li hanno aggrediti. Sette tra agenti e militari sono stati colpiti e, accompagnati al Dea del “Castelli”, visitati e dimessi con prognosi di pochi giorni. Gli autori della protesta sono stati posti in stato di fermo: l’autorità giudiziaria sta vagliando le loro posizioni. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.