1

referendum generico
VERBANIA – 17.02.2016 – Al comitato per il sì

si contrappone il comitato per… l’astensionismo. Mentre si conferma come data per il referendum sull’esternalizzazione del forno crematorio il 17 aprile, la campagna elettorale comincia a animarsi. Ma non, come ci si aspetterebbe e come accaduto nei due referendum della storia di Verbania (Acetati nel 2002 e ospedale unico nel 2004) tra la fazione dei favorevoli e dei contrari. In quelle consultazioni, che non erano abrogative, partiti, movimenti e associazioni si schierarono per il sì o per il no sostenendo le proprie posizioni. Ora, sfruttando anche come alleato il quorum (per essere valido il voto deve raggiungere il 50% degli elettori presenti alle ultime elezioni) la fazione che avversa, anziché invitare a votare contro consiglia di stare a casa e disertare le urne.

I favorevoli sono i promotori, diventati Comitato per il sì. Gli altri sono un gruppo di persone che si autodefinisce nel comunicato stampa che ne annuncia la costituzione, “Comitato di verbanesi ‘undici uomini e un referendum’”. Tra i primi firmatasi ci sono Valentino Bottacchi, Silvio Carniel, Massimo Malta, Giovanni Natali, Graziano Pavesi, Claudio Ramoni, Yuri Ruaro e Aurelio Tedesco, molti dei quali sono “vicini” al sindaco Silvia Marchionini. Bottacchi, Pavesi e Ramoni sono stati candidati nella lista “Con Silvia per Verbania”. Malta in “Verbania bene comune”. Per loro l’operazione varata dalla giunta e approvata a larga maggioranza (19 consiglieri su 28) è corretta e va confermata. Come? Non andando a votare, cioè evitando che si raggiunga il quorum e, quindi, vanificando a priori l’esito referendario.   

La battaglia, dunque, non sarà ideologica, ma giocata sui numeri e sulla scommessa di quanti sceglieranno una domenica di aprile per rinunciare a una passeggiata o all’ozio per presentarsi al seggio. Se anche dovesse prevalere il sì, senza quorum l’esito sarebbe nullo.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.