1

di gregorio vladimiro
VERBANIA – 29.12.2015 – Il 2015 che sta per terminare

è stato, sul piano politico verbanese, quello della rottura della coalizione che ha vinto le elezioni amministrative 2015. Vladimiro Di Gregorio, eletto nella lista di “Sinistra Unita” che sommava Sel, Comunisti italiani e indipendenti, ha lasciato la maggioranza ritagliandosi un ruolo di battitore libero. “Coerente con me stesso e con le nostre idee – ha spiegato ieri illustrando il bilancio dell’attività del suo gruppo e del movimento politico che lo sostiene –. Sono rimasto l’unico a difendere e rappresentare la vera sinistra, che non è quella del Pd. Nell’ultimo anno il Partito democratico ha votato provvedimenti contro i lavoratori e le fasce deboli: inaccettabile”.

Il riferimento è, per esempio, alla chiusura del laboratorio Arpa di Omegna “con la perdita di posti di lavoro e di un servizio indispensabile in una provincia che possiede uno dei siti più inquinati d’Italia, l’ex Enichem di Pieve Vergonte”. Ma anche alle proposte, respinte o non attuate, di Sinistra Unita alla giunta Marchionini: la richiesta d’investimenti nella manutenzione delle case popolari, i cantieri di lavoro e il reddito di cittadinanza, la tutela del patrimonio comunale. “Il Pd ha votato per la privatizzazione del forno crematorio, della gestione dei parcometri e per l’ingresso dei privati nella gestione dei rifiuti. Questi sono temi di sinistra eppure hanno fatto come avrebbe fatto la destra e Berlusconi”.

Di Gregorio ci tiene a sottolineare la sua coerenza – “Spesso il sindaco mi ha tacciato di fare un’opposizione ideologica. Se avere principi e essere coerenti significa opposizione ideologica allora sì, l’ho fatta” – e lancia una stoccata al primo cittadino e al Pd: “è passato un anno dalle dimissioni dell’assessore Tradigo, il vero renziano del Vco, e dalla sua lettera di dimissioni. Sottoscrivo in pieno quelle critiche che, purtroppo, sono rimaste inascoltate”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.