1

nobile rita
VERBANIA – 27.10.2015 – Condivisione. Questa la parola d’ordine

per far decollare il Cem (o ex Cem, in attesa che abbia un nuovo nome). A predicarla, portandola alle numerose associazioni teatrali e culturali della città, sarà Rita Nobile. Sessantanove anni, insegnante e preside in pensione, Nobile è stata assessore a Verbania nei primi anni ’90 (prima giunta Reschigna, post-tangentopoli, 1993-1995). È lei , che viene dal Partito comunista e è stata segretaria dei Comunisti italiani, la persona individuata dal sindaco e dalla giunta per diventare la “voce” delle associazioni per l’utilizzo del Cem. “All’inizio ero titubante e ho nicchiato qualche mese – dice Nobile –, poi le insistenze del sindaco mi hanno convinta. È una bella sfida, fattibile. Credo che con questa struttura la città debba aprire le porte e cambiare mentalità”.

Per Nobile l’open day del passato fine settimana con 250 presenze di curiosi in “gita” al cantiere (il bis sarà tra due sabati) è stato un successo. “C’è molto interesse, il mio primo compito sarà coinvolgere tutti, e non solo le associazioni che si occupano di teatro, ma tutte in generale”.

L’incarico, che è totalmente volontaristico, non prevede alcun compenso e è propedeutico alla nascita di un’associazione o di un comitato di “amici” del Cem. “Credo che sia necessaria una struttura ‘leggera’ di poche persone per accompagnare la città e le sue realtà verso l’apertura della struttura”, spiega Nobile.  

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.