1

App Store Play Store Huawei Store

c urb

VERBANIA - 25-09-2020 -- No alle 9 buche extra

del campo da golf, no alla conversione dell’ex cascina De Antonis in impianti sportivi, no ai nuovi residence sulla strada per Mergozzo, sì allo spostamento dei volumi della clubhouse come parziale ampliamento del camping Continental. Quasi nulla del maxiprogetto turistico da 14,5 milioni di euro proposto, sotto forma di richiesta di variante al Prg dall’imprenditore alberghiero Tranquillo Manoni (proprietario dei camping Isolino e Continental di Fondotoce) è stato accolto dalla giunta verbanese.

Ieri sera, in Commissione Urbanistica, l’assessore Giovanni Battista Margaroli ha illustrato le uniche variazioni concesse che, di fatto, sono minime. E che consistono nello spostare la volumetria della clubhouse del golf, che oggi il Prg colloca a ridosso della stazione ferroviaria, al confine con il camping, in modo che foresteria, ristorazione e servizi che verranno realizzati (con un ampliamento di metrature, reso possibile dal contestuale declassamento di altre terreni situati più a nord e dal prelievo di quei volumi) gravitino sui clienti del camping, che in questo modo avrebbe i requisiti per diventare una struttura da 4 o 5 stelle. Negli accordi la proprietà costruirà a proprie spese la pista ciclabile che dalla statale 34 porta alla spiaggia pubblica della Rustica.

Al di là di ragioni tecniche, cioè dell’impossibilità di aumentare le aree a destinazione d’uso turistico-ricettivo del Piano regolatore, che è quasi saturo, addotte da Margaroli, nell’illustrazione e nella discussione l’assessore non s’è apertamente espresso sulle altre proposte non accolte.

Esplicito, invece, in questo senso è stato l’ex capogruppo Pd Marco Tartari, che ha parlato più che altro rivolgendosi al pubblico: “abbiamo detto no alle nuove casette del camping, anche al residence: e della cascina non se ne parla nemmeno”.

All’accusa, rivolta dagli ambientalisti ma anche dalla minoranza, di incoerenza rispetto alle dichiarate politiche ambientali, ha poi replicato: “Non accetto che mi si dica che non sono ambientalista: da un anno posseggo un’auto elettrica e ho anche una bicicletta elettrica”.

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.