1

bar lift

VERBANIA - 08-08-2020 -- Sigilli al bar

che avrebbe servito alcolici alla dodicenne finita in coma etilico. Oggi la polizia municipale ha notificato -ed eseguito- ai titolari del bar Lift di piazza Ranzoni, il decreto di sequestro preventivo chiesto dalla Procura per l'episodio accaduto lo scorso 24 luglio. Quella notte un'adolescente del 2007 è stata soccorsa nel centro di Intra perché, dopo aver bevuto troppo alcol, s'è sentita male ed è dovuta ricorrere alle cure mediche in ospedale.
Partendo da questo fatto è stata avviata un’indagine che ha più ipotesi di reato. Per la violazione delle norme sulla somministrazione di alcolici ai minori, il pm Nicola Mezzina ha delegato la polizia municipale, che già nei giorni successivi ha ricostruito la serata dell’adolescente e dei suoi amici, rilevando che il gruppetto di minori è stato servito, di alcolici e superalcolici, ai tavoli del dehos del Lift. Da qui la richiesta della Procura al giudice di applicare una misura. Il disposto sequestro preventivo ha lo scopo di evitare che in quel locale venga reiterato il medesimo reato.

Proseguono gli accertamenti anche per altre ipotesi: lesioni (la giovane ha trascorso una notte in ospedale ha prognosi di un giorno) e anche omissione di soccorso. Si cerca di capire se qualcuno -e, nel caso, chi- sapendo che stava male, se n’è andato lasciandola da sola in strada.

 

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.