1

rsa tre

VERBANIA – 05-08-2020 -- Case di riposo contro Asl.

È un attacco frontale, una dura presa di posizione, quello che i responsabili di dieci residenze sanitarie per anziani dell’Asl Vco hanno firmato oggi nei confronti della direzione generale dell’azienda sanitaria. Motivo dello scontro le mancate risposto su alcuni problemi specifici di gestione legati al post-Covid-19.

Il documento è sottoscritto dalle case di riposo di Ameno, Premosello, Orta e Vogogna; dalle verbanesi Sacra Famiglia e San Rocco; dalla Massimo Lagostina di Omegna; dalle domesi Samonini-Rozio-Balassi e Ceretti; dall’Opera pia Domenico Uccelli di Cannobio. Ha come bersaglio l’Asl Vco -“che in questo processo è stata spesso più una speranza che una certezza”- ritenuta colpevole di non aver dato riscontro alle promesse e alle richieste avanzate in tre incontri tra giugno e luglio su temi specifici quali: le quote di rimborso, il congelamento delle graduatorie per le persone non isolabili in casa di riposo, l’intervento degli specialisti in struttura in modo da evitare la quarantena, le modalità di effettuazione dei tamponi, la disponibilità dei geriatri a recarsi nelle case di riposo; le liste di attesa…

“Questi sono i temi concreti posti durante gli incontri con Asl Vco e a cui NON è stata data NESSUNA risposta – si legge nel documento –. Vogliamo stigmatizzare il comportamento, sinonimo di completo disinteresse. Infatti, mentre a parole viene dichiarata la disponibilità nei fatti, dopo oltre due mesi, non ci sono state risposte concrete di nessun tipo. Desideriamo assicurare, che continueremo nella nostra battaglia in difesa delle Rsa e dei diritti di coloro che vi sono ricoverati anche denunciando a gran voce la mancanza di risposte e gli atteggiamenti dilatori che dovessimo affrontare”.

 

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.