1

plascaris

TORINO - 08.11.2018 - Ieri a Roma

il Piemonte ha chiesto l'autonomia. Il testo del documento approvato l'altro ieri all'unanimità dei votanti dal Consiglio regionale è stato presentato al governo affinché formalizzi, come già fatto con Lombardia e Veneto, il percorso della cosiddetta "autonomia differenziata" contenuta nell’articolo 116 della Costituzione. "Non è una generica richiesta di maggiori poteri, ma la rivendicazione di strumenti necessari per una migliore gestione delle nostre specificità e potenzialità", ha dichiarato il presidente Sergio Chiamparino. “Per noi la richiesta di maggior autonomia è la consapevolezza forte e profonda che c’è bisogno di un nuovo equilibrio tra le Regioni e lo Stato, da realizzare partendo, per il Piemonte, dal proprio contesto economico, sociale e demografico, per individuare quali siano i fattori di sviluppo”, ha fatto eco il vicepresidente Aldo Reschigna.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.