1

donatore

TORINO - 11.10.2018 - Il Piemonte si conferma la regione numero uno in Italia

per la donazione di sangue, in particolare è quella che cede più sacche alle altre regioni. Il dato è contenuto nel Programma nazionale per l’Autosufficienza pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale e diffuso dal ministero della Salute. Il flusso dell'intera mobilità nazionale nel 2017 ammonta a circa 70.000 unità di globuli rossi. Il contributo del Piemonte impatta per circa il 27% (poco meno di 18.000 unità complessive) ed è destinato in primo luogo alla Sardegna (circa 15.000 unità) e al Lazio (circa 2.600 unità). Quantità decisamente più ridotte sono andate all'Abruzzo (320) e alla Valle d'Aosta (55). Le cifre del 2017 confermano il trend degli anni precedenti, che vedono sempre in testa la nostra regione. Al secondo posto nel 2017 c'è la Lombardia, che ha ceduto circa il 14% del volume di mobilità nazionale. In Piemonte la rete trasfusionale, coordinata dalla dottoressa Rosa Chianese, dispone di 400 centri di raccolta: una diffusione capillare, fondamentale per raggiungere e mantenere gli eccellenti risultati di questi anni.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.