1

App Store Play Store Huawei Store

balossoGHIFFA – 19.03.2015 – Dieci metri di caduta libera, un volo nel vuoto, la morte istantanea.

S’è consumata in pochi secondi la tragedia di Augusto Balosso, il fondatore e proprietario della radio Rto. Sessantasette anni, imprenditore radiofonico originario di Villadossola ma da anni residente a Verbania, alle 11 e mezza di stamane è salito sul tetto della villetta di corso Belvedere per controllare antenne e apparecchi di trasmissione. E da lì è precipitato finendo nel vicolo retrostante e schiantandosi sull’acciottolato. Nessuno ha assistito alla scena ma vi sono pochi dubbi sul fatto che si sia trattato di un incidente. I vicini, udendo il colpo, hanno dato l’allarme. Sul posto è intervenuta l’ambulanza del 118, che ha potuto solo constatarne il decesso. Poi sono arrivati i vigili del fuoco, i carabinieri e i tecnici dello Spresal per i rilievi. Il magistrato ha dato il via libera alla rimozione della salma, che è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale Castelli.

Balosso, che quelle ispezioni le effettuava di norma, non indossava imbragatura o protezioni, anche se sull’antenna sono visibili alcune corde improvvisate alle quali probabilmente s’era ancorato prima di scivolare – non si sa se per un incidente o un malore – portando con sé anche alcuni coppi.

Nel momento dell’incidente la radio era in piena attività. Nell’elegante palazzina dalla facciata rosa che s’affaccia sul lungolago c’erano alcuni impiegati e deejay. Sono tutti scioccati, increduli. Silvia, che stava trasmettendo in diretta, ha cessato la trasmissione. Ross, che avrebbe dovuto tenere il suo show alle 13, ha annullato. Il palinsesto è congelato. “Ma andiamo avanti”, conferma con decisione lo staff dell’emittente: “lui avrebbe voluto così. Mandiamo solo musica ma non fermiamo le trasmissioni. Poi si vedrà”.

The show must go on. Del resto la radio, soprattutto quella radio, era la vita di Balosso, che l’aveva fondata ormai 38 anni or sono in Ossola. Rto, acronimo di Radio Tramissioni Ossolane, dalle valli s’era poi trasferita sul lago, ampliando le trasmissioni alle province di Novara e Varese.

“Era il papà di Rto ed è morto nel giorno della festa del papà, a fianco della sua creatura”, raccontano i suoi collaboratori che nell’incidente vedono quasi una sorta di destino. “Era tornato da una ventina di giorni da una vacanza in Brasile e s’era messo in testa di ispezionare i ripetitori. L’aveva sempre fatto…”, spiegano.

Celibe, senza figli e senza fratelli, Balosso lascia una cugina alla lontana che è stata contattata per sbrigare le pratiche burocratiche.

Non sono ancora note il giorno e l’ora dei funerali. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.