1

App Store Play Store Huawei Store

tribunale
VERBANIA – 17.03.2015 – Quando s’era presentato alla pattuglia che aveva appena fermato il figlio in motorino contestandogli la guida in stato di ebbrezza, aveva avuto un’amara sorpresa: multa e verbale. Le colpe dei figli, se minorenni, ricadono sui genitori. Così aveva stabilito la polizia nei confronti di un padre verbanese il cui figlio quattordicenne era incappato in un controllo e non l’aveva superato.

L’uomo ha presentato ricorso al giudice di pace Carlo Crapanzano il quale ha accolto il ricorso annullando il verbale, sostenendo che i poliziotti avessero dovuto punire il trasgressore perché, nonostante fosse minorenne – i fatti sono accaduti nel mese di aprile dell’anno scorso – aveva più dei quattordici anni che la legge fissa come età sopra la quale si può essere perseguiti penalmente.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.