1

grappa s m

VERBANIA – 12.07.2018 – Due bottiglie di grappa

e due salami nascosti sotto il giaccone per evitare la cassiera. È questa la refurtiva con cui, il 25 febbraio 2017, due uomini di nazionalità polacca furono bloccati all’uscita del supermercato dall’addetto alla sicurezza della Tigros di Verbania. Con sé avevano merce per 54,29 euro, denaro che ammisero di non possedere, accettando senza discussioni e in buon ordine che fossero chiamate le forze dell’ordine. Identificati e denunciati, ora sono a processo al tribunale di Verbania. Il 40enne Gregor Kobel e il 43enne Jaroslaw Jozef Szewczyk, che in Italia sono privi di dimora, né hanno un domicilio, sono accusati del reato di truffa aggravata in concorso. L’aggravante contestata è la violenza sulle cose, causata dalla rottura di una confezione e dai graffi ai codici di sicurezza della merce. Per loro, difesi entrambi d’ufficio dall’avvocato Cinzia Bigatti, la difesa sostiene la mancanza dell’aggravante e la lieve tenuità del fatto, trattandosi di beni di non elevato valore, peraltro subito riconsegnati al supermercato e rimessi in vendita, con un danno economico nullo.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.