1

tribunale8

VERBANIA – 14.04.2018 – Sarà una perizia psichiatrica

a valutare le condizioni mentali del marocchino che il 2 aprile ha preso a sassate le vetrate e i teli delle cupole di Gravellona Toce opponendo resistenza ai carabinieri che poi l’hanno arrestato. Ieri mattina nell’udienza del processo per direttissima Hicham Sahm, 41enne senza fissa dimora che da due settimane è recluso nella casa circondariale di Verbania, ha chiesto una valutazione psichiatrica. L’istanza è stata avanzata dal suo legale, avvocato Antonello Viviano, sulla base delle dichiarazioni rese ai militari che l’avevano trovato in stato alterato. Alla richiesta s’è opposta la Procura con il pm Anna Maria Rossi ma il giudice Rosa Maria Fornelli l’ha accolta fissando per il prossimo 2 maggio l’udienza per il conferimento dell’incarico peritale al dottor Marco Pozzi. Nel frattempo Sahm resterà in carcere.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.