1

torn v taranto

VERBANIA – 10.01.2018 – Finisce in tribunale

la lite tra la Provincia del Vco e l’ente Giardini botanici Villa Taranto. Sarà un giudice civile a valutare se la multa di 1.600 euro per il cui pagamento, respinta la richiesta di annullamento, è stata avanzata istanza di ingiunzione, era dovuta o meno.

È quantomeno singolare, visti anche gli attori in campo, il contenzioso sorto su un carico di “rottami verdi” mandati alla discarica di Santino nella primavera del 2014. Erano trascorsi quasi due anni dal terribile tornado dell’agosto 2012 che aveva devastato il parco botanico creato dal capitano Neil McEachern e l’ente Giardini aveva ancora da smaltire alcune ramaglie – il grosso era stato letteralmente triturato e trasformato in cippato – che, caricate su un Apecar affidato a un dipendente, furono inviate alla discarica di verde e inerti comunale gestita dalla Cooperativa sociale Risorse. In quel momento era in corso un’indagine che ha poi portato al processo, con assoluzione in primo grado per i vertici della Coop. La Forestale fermò l’Apecar e, riscontrando che l’ente era privo del registro dei rifiuti, elevò un verbale da 1.600 euro a dipendente e datore di lavoro, disponendo anche il sequestro del mezzo, poi dissequestrato nei giorni successivi.

Villa Taranto, convinta di non essere obbligata alla tenuta dei registri, si oppose e già nel luglio 2014 chiese alla Provincia, ente competente, una revisione da discutere tramite audizione. L’audizione si tenne il 10 dicembre 2015 e, non ritenendo sussistenti le giustificazioni, ebbe esito negativo. Da qui l’ordinanza ingiuntiva della Provincia per incassare i 1.600 euro datata 7 agosto 2017, alla quale l’ente botanico s’è opposto e che ora sarà discussa in tribunale il prossimo 23 gennaio.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.