1

Cannot find Maggio_2015/giugno_2015/festa_cc_giugno_2015_vb subfolder inside /var/www/verbano24/images/articles/Maggio_2015/giugno_2015/festa_cc_giugno_2015_vb/ folder.
Admiror Gallery: 5.2.0
Server OS:Apache/2.4.41
Client OS:Unknown
PHP:7.4.4

IMG 8724
VERBANIA – 05.06.2015 – Ha da poco compiuto duecento anni e ora entra nel suo terzo secolo di vita. L’Arma dei carabinieri, che oggi ha festeggiato il 201° dalla Fondazione, è dal 1804 una presenza costante a fianco dei cittadini. L’hanno ricordato, nel messaggio letto oggi alla cerimonia tenutasi al comando provinciale, sia il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, sia il comandante generale Tullio Del Sette, sia il comandante provinciale Luca Politi. A lui il compito di illustrare (video) il bilancio dell’attività dell’ultimo anno, che ha visto impegnata la Benemerita su più fronti.

Al termine della cerimonia c’è stata la consegna degli attestati di merito.

Un elogio è stato tributato al Maresciallo Ups Severino Schettini, al maresciallo capo Augusto spirito e al vicebrigadiere Raffaele Garofalo del Nucleo investigativo che hanno scoperto e sradicato un’organizzazione di quasi una cinquantina di persone dedite al furto in aziende di tutta Italia.

Stesso premio è andato al maresciallo ordinario Anna Cortesi, al brigadiere capo Carlo Cacciapaglia, al vicebrigadiere Alessandro Monsignori e al carabiniere scelto Marco Misuraca, in servizio alla stazione di Stresa e al Radiomobile. Grazie al loro lavoro è stata smantellata una rete di spacciatori estesa al Verbano.

Anche i colleghi di Gravellona si sono distinti con un encomio e nel contrasto al traffico di stupefacenti.  Encomio consegnato al luogotenente Giovanni Martinotta, a capo della stazione di Gravellona, insieme al brigadiere Antonio Cupani, al vicebrigadiere Gianfranco Calvagno e al carabiniere scelto Davide Scoccati

Per l’impegno e il lavoro svolto durante l’alluvione dello scorso autunno, anche attraverso l’evacuazione dell’ospedale Madonna del popolo, la stazione di Omegna ha ricevuto l’encomio del comandante della Legione Piemonte-Valle d’Aosta. A ritirarlo il comandante di stazione, maresciallo Paolo Puglisi. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.