1

osp verbania castelli

VERBANIA – 12.09.2017 – “Sono fermamente convinto

che serva un solo ospedale unico per la provincia. Lo dicevo già nel 2000 (ai tempi del progetto di Piedimulera, ndr) e lo ribadisco oggi”. Chiaro, netto e non fraintendibile, è questo il pensiero di Danilo Minocci, neoassessore verbanese alla Cultura, ma anche – in un certo senso – alla sanità. Nuovo ospedale, Farmacia e Casa della salute sono infatti le tre deleghe specifiche in materia sanitaria che, pur non essendo di competenza municipale, il sindaco Silvia Marchionini gli ha voluto affidare. “Perché questo è uno dei temi più importanti di questo ultimo quarto di mandato – ha chiarito il primo cittadino –. A fine mese la Regione uscirà con il bando del nuovo ospedale di Ornavasso e questa fase va gestita, così come la Casa della salute per cui stiamo dialogando con l’Asl e così come la nuova farmacia che è già finanziata e i cui lavori procedono”.

“La sanità in Italia è un problema di urbanizzazione, non di teste, perché di medici competenti ne abbiamo – ha chiarito Minocci –. Già allora, come il nostro ordine professionale, sostenevo l’inutilità che ci fossero due ospedali nel Vco, due mezzi ospedali poco attraenti per giovani medici e con doppi costi. Un solo ospedale più grande e efficiente è il futuro: dobbiamo superare gli inutili campanilismi”. Verbania, che nel 2015 ha detto sì al progetto di ospedale unico provinciale a Ornavasso proposto dal vicepresidente della Regione Aldo Reschigna, non ha parte o compiti in questa partita, se non quella di gestire la chiusura del “Castelli”, condizioni indispensabile perché possa essere operativo il nuovo nosocomio della bassa Ossola.

Sono lontani i tempi della giunta Zanotti che, pur di identico colore politico, nel 2004, nel pieno della battaglia politica contro l’ospedale unico proposto dal centrodestra, volle una delega specifica alla “Tutela dell’ospedale ‘Castelli’”, affidata a Ivana Ronchi.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.