1

Cannot find s_fabiano_giro/smart_thumbs subfolder inside /var/www/verbano24/images/articles/s_fabiano_giro/smart_thumbs/ folder.
Admiror Gallery: 5.2.0
Server OS:Apache/2.4.41
Client OS:Unknown
PHP:7.4.4

s fabiano giro pres thumb200 120
VERBANIA – 26.05.2015 – Non solo Pallanza.

Oltre il campanilismo e con il desiderio di far festa in tutta la città, il Giro d’Italia si prepara a sbarcare anche a Intra, dove l’organizzazione della corsa ha comunque previsto l’insediamento del “villaggio” commerciale (in piazzale Flaim). A colorare di rosa la frazione ci hanno pensato i negozianti di via San Fabiano, quel comitato spontaneo che già l’anno scorso ha iniziato a proporre manifestazioni e iniziative per rianimare le strade e il commercio in orario serale.

Cogliendo l’opportunità del Giro d’Italia le attività si sono organizzate con una serata di festa e un museo itinerante. Giovedì, giorno dell’arrivo a Pallanza, dalle 18 alle ore 22 i negozi saranno aperti, per strada verranno serviti aperitivi a tema e ci sarà animazione con la musica di Rvl la radio e con l’associazione Cuori di donna.

Già da ieri le vetrine sono invece addobbate con numerosi cimeli che ricordano il Giro d’Italia e, in particolare, Marco Pantani. Grazie al materiale prestato da alcuni appassionati, tra cui il massaggiatore Fabrizio Carnevali, ma soprattutto grazie a Massimo Ronchi che ha aperto lo scrigno di ricordi che legano lui e la sua famiglia al “Pirata” (Manuela Ronchi, sorella di Massimo, è stata il manager del ciclista), sono in esposizione – una sorta di museo itinerante – biciclette e maglie originali, pezzi autografati, foto, copertine di giornali e riviste storici… Un appendice è stata allestita anche in cima alla Contrada, all’angolo con piazza San Vittore, dove l’associazione Comunità.vb – sempre grazie a Ronchi, che è socio – ha approntato un locale in cui sono esposte, tra le altre, due biciclette, una maglia rosa e una gialla del Tour del France.

Le iniziative legate al Giro d’Italia a San Fabiano sono state presentate ieri pomeriggio da Patrick Del Colle e da Sara Campagnini, esercenti della via e promotori dell’evento. “Ci autofinanziamo e non chiediamo contributi – hanno spiegato –. Abbiamo provato a coinvolgere anche altre realtà intresi, ma non c’è stata una gran risposta. Noi ci mettiamo in gioco e proponiamo: è inutile lamentarsi sempre e poi non far nulla”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.