1

Cannot find baveno_forestale subfolder inside /var/www/verbano24/images/articles/baveno_forestale/ folder.
Admiror Gallery: 5.2.0
Server OS:Apache/2.4.41
Client OS:Unknown
PHP:7.4.4

baveno
BAVENO – 23.05.2015 – Aveva allargato un sentiero, asfaltato 50 metri di bosco e s’apprestava a concludere una vera e propria strada carrozzabile. Il Corpo forestale dello stato ha scoperto e denunciato all’autorità giudiziaria un uomo, di nazionalità straniera, ritenuto l’autore di uno scempio paesaggistico sulle alture del Mottarone – lato Verbano – nel territorio del Comune di Baveno ma vicino al confine con Stresa. L’uomo, un imprenditore edile proprietario di parte dei terreni sui quali sono state realizzate le opere vietate, è stato denunciato per più reati: abuso edilizio, illecito paesaggistico, deturpamento di bellezze naturali e danneggiamento aggravato di beni pubblici. Oltre a dover rispondere penalmente dei lavori dovrà anche ripristinare lo stato dei luoghi a sue spese.

La zona è quella boschiva sovrastante gli abitati di Baveno e Stresa. In quel punto si snoda la rete escursionistica regionale. Sfruttando la sede di un sentiero esistente, l’imprenditore ha allargato lo spiazzo, cementato i tratti cedevoli e s’apprestava a realizzare opere in cemento armato per dare stabilità a quella che, una volta finita, sarebbe diventata una strada vera e propria, percorribile anche dai veicoli a motore. Una strada che “deturpa l’ambiente circostante e inibisce il transito sul sentiero che è di fruibilità collettiva”, scrive in una nota la Forestale. “L’area oggetto dei lavori abusivi risulta particolarmente tutelata dal punto di vista paesaggistico ed ambientale”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.