1

coltello stresa

BAVENO – 16.06.2017 – Gli schiamazzi notturni

sono finiti nel sangue, con un ferito di una certa gravità e due denunciati. Erano le tre e mezza, stamane, e a Baveno la quasi totalità dei residenti stava dormendo. Tutti tranne uno, un cuoco di 49 anni originario di Miasino, in servizio di una struttura turistica bavenese. Terminato il proprio turno l’uomo, che ha precedenti, in stato di ebbrezza alcolica s’è sfogato nelle vie del centro in piccoli atti vandalici: calci ai cancelli, campanelli suonati, rifiuti gettati ovunque. Giunto nei pressi di una villetta del centro ha insistito con il campanello, gettando all’interno del cortile i rifiuti differenziati presi dal cassonetto posto sull’uscio per il ritiro mattutino. Dalla casa è uscito, brandendo un coltellaccio da cucina, un pensionato di 63 anni, esasperato da episodi che si ripetono spesso nel centro lacuale durante l’estate. Tra i due sono volate parole grosse, altri rifiuti sono finiti nella proprietà. E quando il cuoco s’è allontanato, il padrone di casa l’ha seguito. Nella strada, tra il buio di una notte afosa, poco dopo s’è verificata una colluttazione. Il pensionato s’è visto sbucare all’improvviso il cuoco e i due sono venuti a contatto. In quei momenti concitati una sbracciata ha ferito in maniera seria alla mano destra il 49enne cusiano, che s’è quasi visto recidere il pollice. Terminato lo scontro il ferito è tornato sui suoi passi, incontrando alcuni passanti che, preoccupati dalla copiosa perdita di sangue dalla ferita, hanno chiamato il 118. Con i soccorritori sono giunti sul posto i carabinieri di Stresa, che sono risaliti all’identità del pensionato il quale, all’arrivo dei militari, si stava preparando per presentarsi di persona. Una volta in caserma ha raccontato tutto. Oggi il ferito, la cui prognosi iniziale era di 45 giorni, è stato operato all’ospedale “Castelli” di Pallanza. Il pensionato, anch’egli visitato, ha avuto invece una prognosi di 2 giorni. Entrambi sono stati denunciati per lesioni (quelle attribuite al proprietario di casa sono aggravate). L’uomo che ha usato il coltello anche per il porto di oggetti atti a offendere, il “rivale” per violazione di domicilio e ubriachezza.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.