1

ferrari matteo
GHIFFA – 03.05.2015 – A Ghiffa scende una pioggia leggera. Il cielo è grigio e l’atmosfera è mesta. Dolore, incredulità e sgomento animano la comunità ghiffese, che s’è stretta attorno alla famiglia e al piccolo Chicco. In tanti hanno voluto far sentire la loro vicinanza alla famiglia di Matteo Ferrari, giovane motociclista morto ieri in un incidente stradale a Fondotoce. Gli amici di sempre, compagni delle partite di calcio, delle serate in allegria, delle zingarate della gioventù, si sono ritrovati a Fondotoce, sul luogo dell’incidente, quasi increduli che una tragedia del genere possa essere accaduta a uno di loro e in una maniera così tragica e assurda. Hanno posato un mazzo di fiori tra l’erba dove è finito dopo lo scontro frontale con un’auto.

Matteo era un ragazzo che amava la vita, amava le moto, lo sport e che amava suo figlio dodicenne Chicco, avuto da una precedente relazione. Dopo il diploma in ragioneria al “Ferrini” aveva lavorato come elettricista in alcune aziende locali, iniziando alla Songa & Sartor, diventata poi Mina. Da un anno e mezzo circa aveva trovato lavoro, sempre nello stesso settore, in Svizzera.

Quella per le due ruote era una passione che aveva trasmesso al figlio, al quale aveva regalato una moto di piccole dimensioni. Sulla sua pagina Facebook si vede il video in cui, orgoglioso, riprendere il bambino che scorrazza in giardino.

Matteo Ferrari è morto ieri pomeriggio a 36 anni – ne avrebbe compiuti 37 il 10 luglio – sulla strada provinciale Fondotoce-Mergozzo. Stava guidando la sua Ducati in compagnia di un’amica diretto verso Mergozzo. Non farà più ritorno a casa. Senza quel tragico incidente sarebbe rientrato probabilmente per, lui che era tifosissimo della Juve, festeggiare in strada il quarto scudetto consecutivo della Vecchia Signora.

La sua salma si trova all’obitorio dell’ospedale “Castelli”. Non è ancora stata resa nota la data dei funerali. Matteo, che era rimasto orfano da ragazzo, lascia la mamma Assunta e il figlio Chicco.

 

incidente quiete fondotoce

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.