1

treno
ARONA - 10.04.2015 - Treni nuovi? Neanche a parlarne. Sulla Domodossola-Milano ci si fermerà ai cinque Vivalto. Trenord esclude altri rinnovamenti del parco rotabile. La conferma è arrivata durante il tavolo tecnico svoltosi nella sede della Regione Lombardia. Il grido di dolore del comitato pendolari è rimasto inascoltato. La vice presidente Lisa Tamaro ha evidenziato: "Su questa linea viene utilizzato del materiale in pessimo stato. Così come sono in pessimo stato le condizioni delle stazioni, un discorso che si allarga all'Arona-Novara. Insieme a Rfi valuteremo la priorità dei singoli interventi anche in base alla disponibilità dei Comuni e delle Regioni a contribuire economicamente per realizzarli". Le notizie positive arrivano dall'aumento dei controlli relativi alla pulizia dei treni, e dal calo dei ritardi: sulla Domo-Milano sono scesi al 22 per cento. A novembre erano superiori al sessanta. "È stato costituito - sottolinea il presidente dell'associazione Gianni Bertone - un team di lavoro per cercare di risolvere il problema. Le prime criticità individuate sono state gli orari e le precedenze. Trenord e Rfi si sono impegnate a risolverle nel più breve tempo possibile. Certo adesso stiamo andando verso Expo che prevede 180 fermate giornaliere: sempre Trenord e Rfi hanno elaborato un piano che dovrebbe garantire la tenuta del sistema. Naturalmente noi continueremo a monitorare quotidianamente la situazione".

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.