1

tribu piacenza

VERBANIA - 18-10-2020 -- Il Tribunale di Piacenza

gli ha revocato gli arresti domiciliari e, ora che è un uomo libero, don Stefano Segalini può lasciare Verbania. Il sacerdote emiliano, arrestato il 31 luglio del 2019 con l’accusa di violenza sessuale, ha trascorso gli ultimi mesi in una struttura protetta di Verbania di proprietà di un ente ecclesiale che, da decenni, accoglie anche religiosi problematici. 

Don Segalini è coinvolto in un’indagine partita dalle denunce di alcuni parrocchiani di San Giuseppe che lo accusano di aver approfittato di loro dopo averli sedati a loro insaputa. Sono undici gli episodi che gli vengono contestati. Nessuno s’è costituito parte civile.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.