1

tribunale 16

VERBANIA - 16-06-2020 -- Hanno tutti scelto

di patteggiare, concordando con la Procura pene complessive inferiori ai sei anni e mezzo. In pochi mesi -l’arresto fu a inizio luglio 2019, la sentenza è di marzo- e dopo la richiesta di giudizio immediato, sono comparsi davanti al gup Beatrice Alesci i tre sudamericani accusati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione nei confronti di tre studentesse venezuelane poco più che ventenni attirate in Italia con la promessa di un posto di lavoro e poi costrette al “mestiere” in un appartamento sulla collina tra Stresa e Baveno. Una di loro, la più riottosa a piegarsi, per punizione fu avviata al marciapiede a Premosello. Ed è lì che, incrociando una pattuglia dei carabinieri della locale stazione, chiese aiuto facendo partire l’indagine e scattare gli arresti. Guillermo Loayza Olano, 56 anni, peruviano residente a Stresa, svolgeva il ruolo di autista. Ha patteggiato un anno, quattro mesi e 200 euro di multa con il beneficio della sospensione condizionale della pena. Quest’ultima è stata concessa anche a Denis Daniel Machaca Hancco, trentunenne del Perù domiciliato a Olgiate Olona, ribattezzato il “fotografo”. Era lui che girava foto e video spinti delle giovani che, poi, venivano pubblicati in internet sui siti di appuntamenti per procacciare clienti. Ha concordato con la Procura 2 anni e 400 euro di multa. Più grave la posizione di David Peralta Romero, ventiduenne ecuadoregno di Busto Arsizio ritenuto il capo del gruppo di sfruttatori, che non ha ottenuto alcun beneficio di legge e ha patteggiato 3 anni e 430 euro di multa.

Ascoltate in incidente probatorio già l’anno scorso, le tre vittime del racket sono già tornare a casa, in Venezuela.

 

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.