1

frontier

ELLINZONA - 20-05-2020 -- Non si prospettano

tempi brevi per la riapertura delle frontiere tra Italia e Svizzera. Lo spinoso tema della libera circolazione tra i due stati (da sabato la Confederazione ha allentato le chiusure con Austria e Germania e ha già fissato nel 15 giugno la data per farlo con la Francia) e il ripristino degli accordi Schengen, è stato discusso oggi a Bellinzona nell’incontro tra Consiglio di Stato e la delegazione ticinese alle Camere federali propedeutico alla sessione estiva di queste ultime.

Era, questo, uno dei temi più attesi. Non si sono registrate novità, se non che ci vorranno ancora almeno sette giorni prima che Italia e Svizzera si parlino e si confrontino. La prossima settimana si terrà un incontro interno tra la Confederazione e i cantoni di confine (per il sud della Svizzera Ticino, Grigioni e Vallese) per definire una linea. Solo in un momento successivo toccherà alla diplomazia, ai tecnici dei due governi.

La riapertura delle frontiere per le zone di confine ha grande rilevanza per il commercio e per il turismo. Avere una data certa è di primaria importanza per gli operatori economici.

 

 

 


 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.