1

AlbertoCirio

TORINO - 10.10.2019 - La questione ospedale

unico del VCO doveva essere discussa in Giunta regionale domani, ma l'ordine del giorno è stato rinviato. Intanto da palazzo Lascaris giunge notizia che la decisione sul futuro ospedaliero della provincia è stata presa, ma per sapere se, quando e dove si farà l'eventuale ospedale unico occorrerà attendere il 25 ottobre, quando il presidente Alberto Cirio (foto) e l'assessore alla Sanità Luigi Icardi, comunicheranno la scelta ai sindaci del territorio riuniti per l'occasione al Tecnoparco. Dopodiché partirà l'iter per la formalizzazione in Giunta, il confronto in commissione Sanità e il voto del Consiglio. La metà di ottobre era la data che presidente e assessore s'erano impegnati a rispettare per fornire una risposta sul futuro assetto sanitario provinciale. L'occasione, un incontro pubblico coi primi cittadini del VCO svoltosi a Mergozzo il 16 luglio scorso: "In questi mesi abbiamo raccolto tu gli elementi necessari, studiando i dossier e incontrando gli amministratori pubblici e i rappresentanti della società civile per arrivare ad avere un quadro complessivo in grado di orientare la nostra decisione, nell’unico interesse che ha animato le nostre riflessioni: il bene del territorio", affermano Cirio e Icardi in una nota dove, se da un lato si sottolinea il rispetto della scadenza dei tre mesi promessa ai sindaci, dall'altro non si fa cenno alla decisione presa. Si farà il nuovo ospedale unico o si manterranno i presidi esistenti? E se si farà l'ospedale unico resta valido il sito di Ornavasso collina o si opterà per altro luogo? E' tutto da vedere. Intanto Forza Italia (il partito del presidente Ciro) ha indetto per sabato 12 una consultazione popolare  attraverso gazebo collocati nelle piazze dei centri principali del VCO. Doveva servire a supportare il governo regionale nella scelta.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.