1

WhatsApp Image 2019 07 14 at 12.10.25

LESA - 14.07.2019 - Sul Lago Maggiore

a Lesa, nella cornice di Villa Sandra, in questi giorni, prestigiosi artisti di musica classica, di fama internazionale, tengono masterclass dedicate a studenti e professionisti interessati ad affinare il proprio talento. L'Accademia, diretta e organizzata da Massimo Marenzi, nella sede di Villa Sandra offre ai partecipanti (agli studenti, ai musicisti, agli artisti e ai Maestri) sale di studio e stanze residenziali in un unico contesto. Ieri sera la sala del Circolo Operaio di Lesa ha ospitato il saggio finale degli allievi del corso di pianoforte tenuto dal Maestro Roberto Prosseda (nella foto, guarda l'intervista), il quale segue il progetto "Dentro la Musica", proposto per il terzo anno consecutivo e, data la risposta positiva  degli studenti, verrà proposto anche nel 2020. Prosseda era già stato qui per la prima volta nel 2016, per girare a Villa Sandra un ciclo di masterclass per Sky Classica. "Si tratta di un progetto musicale indirizzato a studenti e professionisti che vogliamo stimolare artisticamente offrendo non solo lezioni di strumento con alcuni dei principali docenti attualmente in attività ma anche incontri con intellettuali, artisti, scienziati, matematici con l' idea di una formazione a tutto tondo" spiega il Maestro Prosseda.

Fa parte del progetto la possibilità di esibirsi, per iniziare a suonare sui palcoscenici  e sperimentare dal vivo quanto  appreso durante le  lezioni.

"I concerti che fanno parte del progetto Dentro la Musica sono impreziositi dal fatto di avere qui un pianoforte meraviglioso, un nuovo Bösendorfer  che ci è stato fornito dalla Bösendorfer Italia che ha creduto molto in questo progetto" prosegue Prosseda. I concerti che si sono svolti in questi giorni sono stati i saggi finali anche degli allievi del corso tenuto dal Maestro Shlomo Mintz, oltre a quelli del corso dello stesso Prosseda, e in più si sono tenuti una proiezione e una conversazione con il grande documentarista (e musicista) Bruno Monsaingeon, presente anche ieri sera tra il pubblico del concerto. Monsaingeon in questi giorni ha incontrato e ascoltato gli allievi di pianoforte e musica da camera e ha  raccontato loro la sua esperienza con grandi artisti, come Glenn Gould di cui era grande amico. E a proposito della scelta dei protagonisti dei suoi film documentari spiega (guarda l'intervista): "È una questione di amore. Ho bisogno di creare  una quasi identità con i miei protagonisti, non dipende solo dal talento, il protagonista deve essere anche capace di comunicare una potenza  ed una energia musicale e umana".

Si segnalano le seguenti masterclass che si sono svolte o sono ancora in corso: dal 7 al 11 luglio l'Accademia  di Musica da Camera con il Maestro Shlomo Mintz, dal 9 al 13 luglio Accademia di Pianoforte con Roberto Prosseda, dal 14 al 15 luglio Accademia di Composizione con Richard Danielpour.

Per proseguire dal 22 al 26 luglio con Accademia di chitarra con Edoardo Catemario, e dal 24 al 25 agosto masterclass  di pianoforte con Pierre Laurent Aimard, quest'ultimo in collaborazione con lo Stresa Festival.

Questa sera, domenica 14 luglio a Stresa, in Comune, Bruno Monsaingeon proietterà e commenterà i film che ha girato con Glenn Gould, Sviatoslav Richter, Maurizio Pollini, Yehudi Menuhin, David Oistrach.

Elisa Pozzoli

WhatsApp_Image_2019-07-14_at_12.14.22.jpegWhatsApp_Image_2019-07-14_at_12.03.481.jpegWhatsApp_Image_2019-07-14_at_12.10.25.jpegWhatsApp_Image_2019-07-14_at_12.03.48.jpegWhatsApp_Image_2019-07-14_at_12.04.51.jpegWhatsApp_Image_2019-07-14_at_12.05.13.jpegWhatsApp_Image_2019-07-14_at_12.10.26.jpegWhatsApp_Image_2019-07-14_at_12.14.48.jpeg

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.