1

polizia auto elegante

VERBANIA – 13.07.2019 – È il contrasto alla diffusione

delle droghe leggere, soprattutto tra i giovanissimi, l’obiettivo della mirata campagna di controlli messa in atto in queste settimane dalla questura del Vco in collaborazione con la polizia municipale e con l’ausilio dei cani antidroga della Finanza. Solo negli ultimi giorni e solo a Verbania sono stati due i controlli che hanno portato al sequestro di stupefacenti. Martedì, in un controllo effettuato alle 16,50 del pomeriggio nel parcheggio coperto di via Ferrini, di fronte a vigili e poliziotti un diciannovenne ha reagito con parole ingiuriose alla richiesta di perquisizione prima di consegnare un grinder, un macinino utilizzato per tritare la marijuana, le cui tracce all’interno sono state trovate dalla Scientifica. Per il suo possesso è stato segnalato alla prefettura come assuntore mentre per aver insultato le forze dell’ordine è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale.

Il giorno successivo, alle 15, nella zona dell’imbarcadero di Intra, il cane antidroga Clay della Guardia di finanza ha fiutato un ventenne residente fuori provincia, che aveva con sé 0,50 grammi di hashish. Ai poliziotti ha detto di attendere un amico proveniente da Laveno che, sbarcato dal traghetto, è stato controllato e trovato con 0,75 grammi di hashish. Si tratta di un diciannovenne del Varesotto. Entrambi sono stati segnalati.

È stato invece a Mergozzo che la Mobile ha fermato un’auto condotta da una 50enne di Milano conosciuta per precedenti di stupefacenti a bordo della quale c’era una 26enne verbanese, che aveva con sé 2,79 grammi di hashish. Anche in questo caso è scattata la segnalazione alla prefettura.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.