1

brughiera loris

VERBANIA – 16.04.2019 – È stato un pioniere del soccorso,

un volontario instancabile, per oltre mezzo secolo al volante di un’ambulanza e al servizio della collettività. È morto ieri all’Eremo di Miazzina, all’età di 81 anni, Loris Brughiera. È stato uno dei quattro soci che, proprio cinquant’anni fa, provenienti dalla Croce Rossa, diedero vita alla Croce Verde. Ma non ne fu solo il fondatore perché, pur non ricoprendo alti incarichi all’interno dell’associazione –non ne è mai stato presidente– è stato volontario attivo, soprattutto nella cura dei mezzi, come autista e in officina. Negli anni ’90 è stato tra coloro che hanno promosso la Squadra nautica di salvamento, della quale è stato anche vicepresidente.

Un uomo volitivo e concreto, che badava al sodo e intendeva il volontariato come un impegno costante che richiede poche parole e molti fatti. D’animo buono, altruista e generoso, lascia un ricordo indelebile in chi gli è stato a fianco e che da lui –anche come espressione di una generazione che oggi sta venendo meno– ha imparato tanto ed è chiamato a trasmettere gli stessi valori del volontariato e dell’impegno civile.

Operaio alla Rhodiatoce, lascia le figlie Paola ed Evelina. Il funerale sarà celebrato domani alle 14 nella chiesa parrocchiale di Renco. Dopo la cremazione, i suoi resti riposeranno nel cimitero di Intra accanto a quelli della moglie Maddalena.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.