1

IMG 9336 copia

VERBANIA - 16.04.2019 - Trentadue candidati

in rappresentanza di tutte le istanze della società verbanese. Così Nicolo Scalfi, segretario cittadino del Pd, ha presentato a Villa Olimpia la lista che si propone per le Amministrative del 26 maggio a sostegno del bis di Silvia Marchionini. Tra loro frontalieri, operatori della sanità e della cultura, amministratori di esperienza e nuovi volti, qualche giovanissimo come la "millennial" Silvia Arzeni, classe 2000, la più giovane del gruppo e Giorgia Cistoldi, 20 anni. In lista anche Giovanni Battista Margaroli, della nota famiglia di librai e fondatore di LetterAltura, dimessosi per l'occasione dalla vicepresidenza del Museo del Paesaggio "per opportunità non per impedimenti formali", precisa.
Capolista è Scalfi, in lista anche Giovanna Agosti, già sindaco di Ghiffa, consigliere e assessore in passati cicli amministrativi e in Provincia. Tre assessori della giunta Marchionini: Giovanni Alba, Marinella Franzetti e Cinzia Vallone. E poi il gruppo dei consiglieri uscenti: Maria Paola BagginiAnna Bozzuto, Riccardo Brezza, Alberto Catena Cardillo, Rossella Contini, Alice De Ambrogi, Alessandro Papini, Marco Tartari, Massimiliano Zappa. Candidato al Consiglio anche l'avvocato Roberto Gentina, ex presidente del Coub e già capolista della civica Verbania Bene Comune, con un passato nell'Udc. Ci sono poi il funzionario di banca Raffaele AlleviFederico Bonisoli e Giovanni Piana. E, tra i nuovi: Germano Cossalter, Michela De Nicola, Giovanni Battista Finocchiaro De Lorenzi, Alida Goffredi, Maria Teresa Mastroianni, Federico Minioni, Gabriele Motta, Mattia Napolitano, Federico Oldrini (figlio dell'ex capogruppo dei popolari Maurizio Oldrini), Emanuela Nam Yung Speroni, Vincenza Vinci.

"Non è stato facile ma appassionante mettere assieme questi 32 nomi - ha detto Scalfi-. Puntiamo al merito, alla tenacia, al coraggio, all'umiltà per rappresentare qualcosa di più alto; e all'esperienza e alla competenza per dare risposte ai cittadini, per non lasciarli soli". I temi dell'ambiente, i temi sociali, della sanità e dell'efficienza della macchina comunale le linee guida di un programma che, nel riconfermare quanto fatto in questi cinque anni dell'amministrazione Marchionini, si propone con l'hastag #un passo avanti. "Che significa anche differenziarsi dalla politica del rancore e dei pugni sul tavolo", ha precisato Scalfi annunciando una serie d'incontri aperti su singoli temi (nei giorni scorsi il primo, dedicato alla casa) che accompagneranno queste settimane di campagna elettorale.
Alla presentazione anche Silvia Marchionini, che ha brevemente accennato a quanto fatto in questi questi cinque anni, "a quello che non c'era ma che anzi costruiva un problema", a quello che arriverà a breve: dal completamento della ciclabile (il secondo lotto è in fase d'appalto, ha detto), al Movicentro, alla sistemazione di Villa Simonetta e Palazzo Cioja (il Comune partecipa al bando della Fondazione Cariplo per i finanziamenti), al porto turistico, i cui lavori, ha assicurato Marchionini, potrebbero partire a fine anno.            

A.D.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.