1

acet old

VERBANIA – 23.11.2018 – La raccolta ufficiale

ai banchetti non è ancora iniziata, ma sono già circa 400 le firme raccolte dal movimento politico Grande Nord contro l’outlet nell’ex Acetati. Già all’indomani dell’approvazione del masterplan di Mossi & Ghisolfi il consigliere comunale Stefania Minore (esponente del Grande Nord ed esponente del Gruppo misto a Palazzo Flaim) aveva chiesto un Consiglio comunale aperto e annunciato la mobilitazione tra i commercianti per dire no all’operazione immobiliare che “causerà danni irreversibili al commercio, la desertificazione dei centri storici e la conseguente svalutazione degli immobili” – si legge nella petizione. Il passaparola e l’impegno di alcuni militanti ha permesso già di completare diverse pagine di moduli.

Il documento si basa sul presupposto che il retail park, cioè il parco commerciale urbano da 17.000 metri quadrati, non si debba fare. E, polemizzando con l’Amministrazione e con il sindaco Silvia Marchionini che “antepone gli interessi economici della società Acetati Immobiliare alla salute dei cittadini”, chiede che si proceda con la bonifica dell’intero sito ex industriale.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.